La declinazione della poetica dell'effimero nell'architettura di cartone

Principi

Le nuove frontiere dell'architettura effimera in cartone ondulato

Archicart | architettura di cartone è un nuovo modo di concepire l'architettura contemporanea in cui il tempo come variabile progettuale non è più un orizzonte infinito di esistenza e permanenza ma al contrario un orizzonte flessibile, certo, orientato alle esigenze attuali dell'uomo contemporaneo.
L’accelerazione in nuove forme di luoghi, siano essi reali o virtuali, in un tempo indefinito, cambia il valore dei prodotti dell’architettura che si trasformano in temporanee esperienze abitative, tanto durevoli quanto le sensazioni, il gradimento e le condizioni di vita di chi ne fruisce. Una forma di architettura effimera in grado di cambiare nel tempo senza lasciare alcuna traccia nell'ambiente in cui insiste.

La consapevolezza dell’effimero è una condizione mentale che non pone limiti alla libertà di espressione del progetto, priva dei limiti imposti dalle esigenze di durabilità eterna ed aperta ad una nuova poetica di sinergia tra spazio e tempo. L’architettura generata da questa poetica è fatta di materia e tempo, entrambi elementi costitutivi della stessa architettura.

© archicart lifehouse

Lifehouse

Il modulo abitativo che cambia nel tempo con i gusti e le esigenze

Archicart®LifeHouse è un modulo abitativo prefabbricato con struttura portante in cartone ondulato pensato per esigenze abitative nuove e dinamiche. Esso è indirizzato al soddisfacimento delle nuove esigenze dell’abitare contemporaneo: luoghi flessibili e dinamici, intelligenti e confortevoli, destinati a nuove categorie residenziali (giovani nuclei familiari, lavoratori stagionali) a nuove categorie emergenziali (ricoveri per richiedenti asilo a soluzioni abitative per calamità naturali) e nuove categorie ricettive (ricoveri in zone vincolate ad elevata istanza culturale o naturalistica).
Dal punto di vista ambientale inoltre, il modulo abitativo LifeHouse possiede tutte le caratteristiche materiali, tecnologiche ed energetiche tali da non generare rifiuti inquinanti, ovvero una costruzione totalmente reversibile che non lascia residui anche a fine della sua vita utile.

© archicart lifehouse

Il lato smart dell'abitare

Reattività e intelligenza a servizio delle dinamiche abitative

La smart city è la città intelligente ed in grado di adattarsi al cambiamento delle esigenze delle sue comunità, ovvero le smart communities, nuove forme reali e virtuali di aggregazione la cui accelerazione comunicativa e conoscitiva è coadiuvata da social network, blog e web attraverso dispositivi sempre più avanzati quali smartphone, smartwatch e tablet.

La città contemporanea è quindi il palcoscenico di una nuova forma di abitare i luoghi, in cui alle 3 dimensioni dello spazio e al tempo si aggiunge una dimensione virtuale di dati e informazioni in continua evoluzione. Tale impulso di cambiamento degli orizzonti dell’abitare contemporaneo si traduce in un altrettanto intenso impulso di cambiamento delle esigenze abitative delle smart communites che non possono trovare nelle costruzioni tradizionali quella intelligenza e reattività tali da poter inseguire i gusti e le esigenze dinamiche dei nuovi fruitori.
La tecnologia innovativa dei pannelli costruttivi in cartone, per via della loro totale montabilità e smontabilità, genera unità abitative flessibili che possono crescere o cambiare nel tempo in relazione alle esigenze dei fruitori. A partire da un modulo minimo di 25m2, l’abitazione può espandersi e adattarsi continuamente, sia strutturalmente che negli arredi e le finiture. Questi possono essere scelti e personalizzati a partire da alcuni modelli base, per raggiungere i gusti di ciascuno senza venir meno ai principi di prefabbricazione ed economicità del ciclo produttivo.

awards

press

partner

Premio Nazionale per l'Innovazione
Startcup Sicilia
Radio Capital
Huffington post
Stiltenda
Lombardo